Dog Behaviourist / Verhaltenstherapeut / Comportamentalista

I feromoni: strumento essenziale per il comportamento

Il mio è un lavoro appassionante ed entusiasmante perché ho la possibilità di aiutare cani e padroni a risolvere situazioni difficili. Come comportamentalista mi occupo di modificare il comportamento di cani che hanno un passato difficile. Molto spesso si tratta di cani che fortunatamente sono stati adottati in una nuova famiglia che li vuole accogliere dandogli tutto l’amore e il supporto di cui hanno bisogno.

Cani che hanno un passato difficile, si portano dietro un bagaglio impegnativo a volte contornato da difficoltà e paure. Siccome purtroppo loro non possono raccontarci cosa gli è accaduto, è molto importante essere in grado di individuare le situazioni che li possono stressare.

Il mio compito è proprio di riuscire a “leggere” i segnali dei cani e ad aiutarli a superare i loro momenti intensi, costruendo e rafforzando il rapporto con i proprietari.

Condividere la vita nella nostra società rumorosa e frenetica non è facile per i nostri amici a quattro zampe e hanno veramente bisogno del nostro amore e aiuto per essere felici.

Fortunatamente una soluzione efficace esiste. I feromoni appaganti del cane.

Per questa ragione da molti anni consiglio i prodotti Adaptil nelle loro varie tipologie per dare un supporto emotivo e far sì che una situazione difficile diventi qualcosa di positivo. Sono un supporto importante in un piano di terapia comportamentale mirato a migliorare la condizione del cane.

Che cosa sono i feromoni?

I feromoni sono un complesso di sostanze che contribuiscono a modulare la fisiologia e il comportamento dei cani e sono un importante fattore di comunicazione tra di loro.

I feromoni appaganti sono prodotti dalla femmina tramite le ghiandole poste nella regione del solco intermammario e hanno un ruolo molto importante: quello di tenere uniti e dare sicurezza ai cuccioli. È infatti proprio grazie a questo feromone che si viene a creare quel legame di attaccamento primario tra madre e cucciolo.

Il cucciolo impara quindi sin da piccolissimo a distinguere i messaggi importanti dei feromoni attraverso l’organo più importante del cane: il suo eccezionale naso! Siccome questi segnali di benessere sono profondamente ancorati nella percezione emotiva del cane, quando si ripresentano, sono immediatamente riconosciuti come segnali di felicità.

Quando ci aiutano i feromoni?

Le situazioni nelle quali l’uso di feromoni appaganti è di grande aiuto sono veramente tante. Dalla socializzazione del cucciolo all’abituarsi a un nuovo ambiente dopo un trasloco; dal rendere piacevole e tranquillo un viaggio in macchina a sopportare i botti di capodanno o i tuoni.

Ci sono diversi tipi di supporti:

Il Diffusore

Specialmente indicato per situazioni di stress all’interno di casa: il nuovo arrivo di un cucciolo, trasloco, l’arrivo di un neonato e l’assenza del proprietario.

Il Collare

Con questo collare il cane ha sempre con sé la positività che già conosce da casa tramite il diffusore. Lo aiuta in passeggiata a superare il caos della città e a essere più sicuro di sé all’esterno.

Lo Spray

Lo spray è perfetto per i viaggi. Si usa per coprire di feromoni appaganti l’abitacolo della vettura e naturalmente anche il trasportino.

Le Compresse

Le compresse sono a base di Triptofano, il precursore della serotonina, ormone del “benessere” e hanno un effetto molto rapido. Si possono utilizzare insieme ai feromoni.

Il caso di Sally

Sally è una femmina di Boxer che ho avuto in terapia qualche anno fa. I suoi proprietari mi avevano chiamato per aiutarli a insegnare a Sally a essere più tranquilla e resiliente sia a casa quando i padroni uscivano, sia all’esterno in passeggiata per la città.

Sally era stata adottata a quasi un anno di età e aveva avuto un passato poco felice. Quando usciva da casa per fare i bisogni, li faceva letteralmente sulla soglia della porta, poi tirava forte per rientrare immediatamente. I rumori della città, i passanti, le ombre e gli altri cani le facevano tanta paura.

Abbiamo iniziato a collocare un diffusore in ogni stanza di casa. Sulla sua cuccia e nel trasportino usavamo regolarmente lo spray e naturalmente Sally portava il collare.

Dopo un paio di settimane Sally era in una situazione motiva molto più felice e calma e siamo finalmente riusciti a portarla in giro a passeggiare per la città. A questo punto ho potuto iniziare un percorso di desensibilizzazione ai fattori esterni che è poi maturato in un protocollo di contro-condizionamento.

È stato un lavoro lungo di tanti mesi con un forte impegno da parte di tutti.

Sally ha ormai superato con bravura questo periodo difficile, è diventata molto più resiliente e sicura di sé. Porta sempre il collare Adaptil e in casa vicino alla sua cuccia si trova un diffusore. Sally ha sopportato con gran successo un trasloco transatlantico e vive ora felicemente a New York.

È molto importante ricordarsi che queste situazioni richiedono grande dedizione e lavoro perché spesso ci troviamo davanti a comportamenti insediati da molto tempo, a volte anche cronici, e non esistono i miracoli.

Il potere di messaggi positivi dai feromoni appaganti è ben documentato nella scienza. Sono strumenti molto efficaci e non essendo farmaci, non hanno effetti collaterali e sono un forte aiuto in tante situazioni.

Cambiare in modo positivo la situazione di un cane, per me vuol dire ridare a lui e ai suoi proprietari la felicità che si meritano e che dovrebbe essere sempre la base del rapporto cane e uomo.

Se il cane è il migliore amico dell’uomo, allora trattiamolo come tale.

#ad #adaptil #SempreFeliciInsieme

Sito: https://www.adaptil.com/it/?utm_source=Social&utm_medium=Social&utm_campaign=Adaptil&utm_content=Influencer

Facebook: https://www.facebook.com/ADAPTILITALY/

Instagram: https://www.instagram.com/adaptil_italia/

Buddy’s aggression problems

He has been showing fear related aggression towards humans and other dogs since he was 6 months old when he was severely stung by a hornet.

Unfortunately Buddy has had to endure a series of incompetent trainers who have used aversive methods to try to stop his aggression. This has actually made him even more aggressive.

He has bitten people so often that his owners have lost count and the attacks are getting more and more unpredictable and vicious. He goes from being quiet directly to the bite.

The reason for this is because he has been punished every time he has shown discomfort in a situation. Dogs have what is known as a warning ladder which begins at the bottom step with a slight warning like a stare or a growl and ultimately ends in a bite.

Most people will punish their dog for showing these warnings thus teaching them that this behaviour is not allowed and so forcing them to jump directly to the next step up the ladder, when the scary situation arises again.

The next time he is once again punished he will only learn to jump that step and ultimately go from zero directly to the bite.

We have now started a protocol of desensitisation and counter-conditioning with positive reinforcement methods.
This kind of deeply rooted fear driven behaviour takes time and dedication to be reversed, so we are in it for the long haul.

This was our first session, in which Buddy spent the first hour fixing me and trying to bite me (had he not been on leash).

These pictures were taken after just two hours of working with him and once again goes to prove that positive reinforcement training (R+) works!

Well done Buddy! 🐾🐾

wpu owf jwej oiwjoiqj iwoje wie w

weffwfwef ww wefwef w

All Hallow’s Eve is upon us again!

It’s that time of the year once again. Kids all over the world just can’t wait to go trick or treating and dress up in their wonderful scary Halloween costumes. But it’s also the time of year when dogs are forced to dress up for our amusement. Yes, forced against their will.

Humanising dogs in this way is really not on. The truth is that there are millions of dogs out there who will happily play along with our antics, but unfortunately there is also a huge number who just don’t like it. And it’s not just about dressing up. Some dogs simply get scared when unknown “zombies”, “ghosts”, “witches” and other costumed creatures turn up at our door asking for tricks or treats. We seem to be so happy and excited about Halloween that we close our eyes to our pet’s discomfort. Learn about your pet’s body language and you will understand if he’s happy with what you are doing.

So this year instead of only buying sweets for the kids, why don’t you get a load of treats for your dog. Every time the door bell rings, he will get a little tasty treat all of his own to enjoy at a safe distance from said door. This way everyone will be happy!

Oh and if you do feel the urge to dress your dog in a Halloween costume, why not do it with the mother in law instead! Believe me, they too can be very scary creatures and mostly do not even require much dressing up!

Secured By miniOrange